La Chiesa di San Antonino

La Cappella in stile romanico fu costruita nel secolo XII in pietra bianca del Finale. La parte meglio conservata è quella absidale in cui è da rilevare eleganza e cura nell’esecuzione degli archetti e monofore che la ornano. Intatto è il fianco a nord, con portale romanico a doppio giro di conci, mentre la parte a sud e la facciata sono state rifatte. Sottostante all’edifico vi è una cripta scavata in parte nella roccia in cui è conservato, sebbene danneggiato, l’altare in muratura della primitiva costruzione. Dal fondo si accede ad un cunicolo ora parzialmente crollato in cui si dice che nel giorno del Santo, si recassero le donne del Finale per avere notizie dei mariti o dei figli che erano lontani. La cappella fu danneggiata dal terremoto del 1887 e ristrutturata due anni dopo. Ora versa in stato di abbandono da diversi anni ma risulta particolarmente suggestiva nonostante le devastazioni quotidiane.

 

Interno Chiesa
Interno Chiesa
Abside in stile Romanico con archetti e monofore
Abside in stile Romanico con archetti e monofore
Altare in muratura nella cripta sottostante
Altare in muratura nella cripta sottostante